Caso studio Artec Eva: scansione 3D per realizzare i sogni dei bambini

Artec Eva, scanner 3D leader di mercato tra le soluzioni portatili, è stato scelto da Cerebra come soluzione per realizzare il sogno di Imongen, una bambina affetta da patologia cerebrale con la passione per l’equitazione.

Data courtesy of Artec 3D

Cerebra, organizzazione benefica del Regno Unito nota per la creazione di prodotti personalizzati, si occupa di fornire soluzioni che vanno dall’assistenza medica ad esigenze educative e sociali, per bambini che soffrono di problematiche neurologiche.

L’esigenza di realizzare dei caschi personalizzati

Imongen è una bambina afflitta da una forma di paralisi celebrale con la passione per l’equitazione. Purtroppo, essendo nata con una idrocefalia, ossia un eccessivo gonfiore del cervello, nessuno casco di equitazione era della giusta misura.

Non dimentichiamoci che l’equitazione è uno sport pericoloso, i tassi di infortunio raggiungono il 400%, superando motociclismo, calcio e sci.

Questa situazione non ha però scoraggiato la piccola Imongen, portandola a partecipare, ed a eccellere, a gare di dressage, una disciplina equestre dove cavallo e cavaliere eseguono movimenti geometrici.

Per i genitori di Imongen avere un casco adatto alla testa della figlia diventò di cruciale importanza. Qui la decisione di rivolgersi a Cerebra, l’organizzazione che sviluppa prodotti innovativi per aiutare bambini con esigenze speciali.

La scelta di Artec Eva e il processo di scansione

La scelta di utilizzare lo scanner 3D Artec Eva, una volta conosciute le sue potenzialità, è stata quasi immediata, come ci spiega il Dr. Ross Head: “Il primo passo è stato l’utilizzo dello scanner Artec Eva, una volta che ho scoperto le sue potenzialità, la mia mente ha iniziato a valutare come utilizzarlo nel nostro lavoro, ed è allora che mi è venuta l’idea di usarlo per creare caschi su misura. Il processo di progettazione e produzione finale mi è stato subito chiaro, e prevedeva di unire la scansione, la stampa 3D degli stampi, creare l’involucro in vetroresina e lavorare tramite CNC il rivestimento in polistirene.

Con Artec Eva è stato possibile scansionare rapidamente la testa della bambina (il processo ha richiesto meno di un minuto) e ottenere la scansione 3D da elaborare ed esportare in un software CAD per la stampa 3D. Lo strato protettivo interno in polistirene è stato realizzato mediante lavorazione CNC.

Data courtesy of Artec 3D

Il casco, infine, è stato ricoperto da strati di fibra di vetro e kevlar, una fibra sintetica che dona una perfetta resistenza meccanica alla trazione, tanto che a parità di massa è 5 volte più resistente dell’acciaio.

Il casco, che è stato approvato e certificato da dalla BSI (British Standards Institution), è perfetto per la piccola Imongen.

Scopri di più sul nostro servizio di scansione 3D professionale con Artec Eva.

Data Courtesy of Artec 3D

Lo sviluppo di caschi personalizzati è uno dei tanti progetti che è possibile realizzare con lo scanner 3D Artec Eva come esplicitato dallo stesso Dr. Ross Head “Abbiamo solo iniziato con lo scanner Eva…perché stiamo creando prodotti personalizzati per ogni singolo bambino. Artec Eva ci permette di lavorare usando le misure esatte di un bambino…Per un bambino che è stato abituato a passare la vita sentendosi escluso, questo tipo di adattamento perfetto è un sogno che diventa realtà“.

Questa volta è stato un casco, ma stiamo già esaminando molte altre applicazioni per Eva … e poiché sappiamo che è in grado di darci tutta la precisione di cui abbiamo bisogno, non ci sono limiti per quanto riguarda ciò che possiamo donare ai nostri figli.” conclude il Dr. Ross Head.

Cerebra ha realizzato nel tempo moltissime attrezzature speciali per bambini, permettendo loro di partecipare ad eventi come il triathlon, il surf e o l’arrampicata in montagna.

L’obiettivo di Cerebra è che ogni bambino, anche quelli con disabilità, possano realizzare i propri sogni!

Vuoi utilizzare la scansione 3D per i tuoi progetti?

CONTATTACI PER INFO