MJP di 3D Systems, un grande classico di Prototek

Prototek stampa in resina dal 2007, anno in cui installammo il primo sistema SLA di 3D Systems.

Con il passare del tempo e il variare delle esigenze abbiamo introdotto nuove tecnologie e nuovi materiali proponendo resine adatte a soddisfare le differenti richieste di prototipazione rapida.

Perche la tecnologia MultiJet Printing è così interessante?

Essa è veloce, precisa – anzi precisissima – e, soprattutto, semplifica la vita degli operatori: non ci sono supporti da disegnare. In effetti, il supporto esiste, ma è una speciale cera che viene depositata in automatico dal sistema e che si rimuove per scioglimento.

Il semplice Post processo

Il risultato finale garantisce superfici uniformi e prive di residui dei supporti tradizionali (tecnologia SLA): quei fastidiosi puntini in positivo che necessitano di una ulteriore rifinitura a mano.

Le prime stampanti MultiJet Printing erano già discrete ma oggi, con la MJP 2500 Plus, aumenta velocità, precisione, risoluzione su X e Y e gli strati sono da soli 30 micron. Insomma pezzi perfetti!

E i materiali?

Ne esistono differenti tra di loro, per colore e per caratteristiche meccaniche: Prototek propone il VisiJet GRY, (definito semplicemente Grey). Esso ha una resa eccezionale sui dettagli ed è perfetto per svariate applicazioni, principalmente prototipali.

Il Grey !

Esiste, anche, una resina bianca che resiste ai 90° e una resina nera che, invece, flette quasi come un termoplastico, sempre ad altissima definizione.

Il consiglio di Prototek?

Quando il cliente deve realizzare un prototipo con dettagli finissimi pronto a sembrare un pezzo fatto per stampo, può richiederci le Resine ad Alta Definizione. Ovviamente possediamo anche quelle trasparenti o a media definizione per pezzi grandi fino a 60 cm di lato.

Ci vediamo al prossimo materiale!

Andrea Barchi
Andrea Barchi
Direttore di Prototek , (presunto) Esperto di Stampa 3d di cui ogni tanto, pigramente, scrivo nei miei articoli.