Il caso studio Vowsmith: la stampa 3D per la personalizzazione di massa

In questo articolo vi raccontiamo il caso studio di Vowsmith che sta sfruttando la stampa 3D per la personalizzazione di massa. L’azienda, infatti, realizza gioielli unici e con qualsiasi livello di personalizzazione richiesta dal cliente finale.

La storia

Fondata nel 2007 a Lévis, con il nome di Artisans du Passage, la squadra di Charles-Olivier Roy è specializzata nella creazione di gioielli e opere d’arte utilizzando la tecnologia 3D.

Nel 2014, Artisans du Passage ha lanciato il marchio Vowsmith, destinato esclusivamente al mercato del matrimonio.

L’azienda propone una visione che contrasta la produzione di massa e promuove invece la personalizzazione di massa. Infatti, offre ai propri clienti l’accesso ad una piattaforma di progettazione 3D online dove i futuri sposi possono progettare l’anello da remoto.

Grazie alla sua passione per il mercato nunziale, ed in particolare per il design delle fedi, Charles-Olivier Roy ha raggiunto rapidamente il successo promuovendo un concetto originale in cui i clienti possono immortalare le impronte digitali dei loro cari direttamente sull’anello o aggiungere una nota scritta a mano con la propria calligrafia all’interno  dell’anello.

Questo concetto incontra una crescente domanda di fedi nuziali da parte di futuri sposi di tutto il mondo.

Il successo di Vowsmith

Vowsmith è un’azienda digitale che consente alle coppie di acquistare fedi direttamente da un sito di e-commerce e personalizzarle con le impronte digitali della persona amata.

La chiave del successo e della scalabilità del business di Vowsmith è la tecnologia MJP di 3D Systems, che, secondo Roy, “offre il massimo livello di dettaglio e la massima resa disponibile in cera paraffinica, ideale per la fusione degli anelli.

La stampa 3D per la personalizzazione di massa

Il primo passo per il cliente è quello di scegliere il proprio anello in base a dimensioni, forma, tipo di metallo, diamante opzionale e incisione.

Se la scelta del cliente è quella di personalizzare l’anello con le impronte digitali riceverà un kit per acquisire le impronte e caricarle sul sito web di Vowsmith.

Le impronte digitali vengono digitalizzate e importate, insieme all’anello e alle sue caratteristiche progettuali, con un programma di modellazione 3D proprietario.

Un file STL ad alta risoluzione viene creato in pochi secondi ed inviato alla stampante 3D per la stampa.

Forniamo ai nostri clienti un controllo totale in modo che possano dettare il design, scegliere il metallo e il diamante e creare qualcosa di unico che si adatti al loro budget“, afferma Roy. “L’intera modellazione 3D è automatizzata poiché sono le scelte effettuate online dai clienti che generano il file STL ad alta risoluzione adatto per la produzione. Anche la stampante è caricata più o meno automaticamente.

Data courtesy of Vowsmith

La tecnologia MJP di 3D Systems

La stampa 3D, nell’ultimo decennio, è ampiamente utilizzata nel settore della gioielleria. Però, in genere viene utilizzata per la prototipazione di un modello master prodotto in serie con i metodi tradizionali.

Vowsmith ha deciso di mettere la stampa 3D al centro della sua produzione. “La serie ProJet MJP è la chiave di volta del nostro processo di produzione“, afferma Roy. “In primo luogo, è una vera stampante a cera. La vera cera brucia completamente a temperature più basse ed in meno tempo rispetto ai sistemi a base di resina, quindi risparmiamo energia e miglioriamo la resa.

Il materiale, VisiJet M2 utilizzato dalla serie MJP, produce parti ad alta definizione con dettagli nitidi ed una finitura superficiale liscia. Inoltre, il materiale di supporto è facile da rimuovere in post-elaborazione e conserva le delicate caratteristiche dell’anello.

Il volume di grandi dimensioni dell’area di stampa (298 x 185 x 203 mm) e l’alta risoluzione (694 x 750 x 1600 DPI) della stampante 3D si integrano perfettamente con il modello di business di Vowsmith.

Riduzione del time to market

Al momento, Vowsmith impiega circa una settimana per consegnare l’ordine al cliente, ma Roy crede di poter ridurre considerevolmente questo tempo.

È completamente fattibile con la tecnologia odierna ricevere un ordine al mattino, scaricarlo sulla stampante nel pomeriggio, lanciarlo il giorno successivo e spedirlo per la consegna il giorno dopo ancora: 72 ore dall’ordine alla consegna.

Roy ha obiettivi ambiziosi, ma non irragionevoli. L’azienda è già in grado di produrre da 35 a 40 anelli per tiratura e di completare da tre a quattro lotti al giorno, con una capacità annua di circa 50.000 anelli.

Infinite possibilità di personalizzazione

Roy pensa che le sue metodologie basate sulla stampa 3D potrebbero essere trasferite ad altri prodotti personalizzati.

Potremmo caricare qualsiasi modello 3D con qualsiasi livello possibile di personalizzazione ed essere in grado di gestire la produzione senza errori”, afferma. “Pensiamo che la nostra infrastruttura continuerà ad aumentare di valore perché non si basa sull’inventario fisico. Abbiamo unito un front end di produttività infinita con un back-end di produttività infinita.”

Roy crede che la personalizzazione di massa sia un movimento che si sta evolvendo esattamente nel momento giusto.

I millennial vogliono avere il prodotto che riflette la propria personalità. Questa generazione sta dando forma al futuro del retail “.

Oltre alla libertà di poter acquistare un prodotto personalizzato creato in pochi giorni,  la stampa 3D per la personalizzazione di massa potrebbe avere anche un impatto positivo sull’ambiente, riducendo drasticamente l’inventario, gli spostamenti e la conservazione dei prodotti prima dell’utilizzo finale.

Vuoi realizzare i tuoi gioielli con la stampa 3D?

CONTATTACI PER MAGGIORI INFO